Astrologia KarmicaLuna nataleLa Luna Nuova prenatale nel segno precedente a quello di nascita

In molti ci hanno descritto le tre figure femminili responsabili nel mito del destino dell’uomo: ad esempio nei racconti mitologici troviamo le tre Parche o Moire, figlie di Zeus e Themi, che lavorano incessantemente il filo dell’esistenza umana, tagliandolo al momento opportuno, conosciuto solo da loro.

E il filo è un’immagine che torna spesso nella mitologia, come fosse il senso che ci conduce da un punto all’altro, da un capo all’altro di un cammino. E’ sempre un filo quello che Arianna dona a Teseo per uscire dal labirinto del Minotauro. Il filo è la verità depositata dentro ciascun percorso.
Il filo karmicamente diventa il piano che un’anima ha scelto di incarnare e uno dei suoi maggiori rivelatori è rappresentato astrologicamente dalla Luna nuova prenatale (LNP), ovvero l’istantanea del Cielo scattata nel momento del novilunio precedente il momento della nascita. 

Se il Sole rappresenta lo spirito, la forza dell’Uno che scandisce l’esordio nel mondo fisico, la Luna prenatale indica il momento in cui l’anima abbraccia il principio maschile divino accogliendone l’energia e la potenza e rendendo possibile il dispiegarsi di una storia, di un karma con tutte le sue sfaccettature, contrasti e sfide. L’anima si fa coppa per incontrare il raggio del divino e nelle profondità dell’accoglienza si cela il suo mistero.

Il mito della Luna Nera, cioè la fase oscura della Luna che accade nel novilunio, è quello di Demetra e Persefone. E’ la madre vestita a lutto che cerca un pezzo di sé smarrito da qualche parte: la figlia nel fiore degli anni rapita da Ade. La Luna prenatale allora ci rivela l’Anima bisognosa di ritrovarsi nel mondo materiale, ricongiungendosi a quella parte di sé da integrare vivendo.

Dunque ha senso chiedersi quanto sia distante il principio animico di un individuo, mosso dallo spirito maschile Yang del Sole, dalla storia che è chiamato ad interpretare.

Un indizio per ritrovare se stessi

Quanto deve essere lungo e complicato il viaggio dell’anima per trovare se stessa?

Quando la Luna prenatale cade nello stesso segno solare la fusione dei principi darà un intento unitario. Sarà più facile per la persona avvertire in sé stessa il richiamo di una certa vocazione o tematica interiore che sarà anche quella voluta dal proprio Sole. Come sostiene magistralmente Giuliana Pandolfi nel suo magnifico testo “Iniziazione ai luoghi oscuri dell’oroscopo”  in questo caso il daimon, o anima, è talmente vicino all’individuo che la sua sua voce è più facilmente udibile nel clamore del mondo e sarà più semplice che realizzi la propria esistenza. La persona vivrà conflitti meno laceranti e una tendenza minore alla confusione. Questo è il caso più semplice.

Nel caso in cui invece la Luna nuova prenatale cada nel segno precedente a quello del Sole di nascita questo può essere letto come un ostacolo a identificarsi con il programma di vita. Quell’Ego che si incarna a mano a mano che la nostra vita va avanti tenderà a non riconoscersi, a smarrirsi nelle scelte, nei gusti, negli eventi e la problematicità di questo scollamento è data dalla misura stessa della distanza che esiste fra due segni contigui.

Il sensiente e umorale Cancro quanto è diverso, nell’azione, dal fiero ed egocentrico Leone?

Vista così, la distanza fra Luna prenatale e Sole di nascita sembrerebbe un gioco a perdere toccato in sorte a gente che non si capirà mai per intero. Sembrerebbe la descrizione di quelle vite in cui si iniziano mille cammini per non finirne mai mezzo. Potrebbe essere la parabola di chi non riesce a finalizzare un percorso di studi,  tenersi un lavoro o trovare pace con un partner in una relazione appagante. Quel creep, un pò alieno un pò buono a nulla, di cui cantavano i Radiohead all’inizio della loro carriera e in cui un’intera generazione si specchiò.

Tutto qua? Nossignori.

Se il Sole è il maschile divino infatti, il programma eroico dell’incarnazione è di sicuro a mio avviso identificabile anche con il paterno, con la famiglia in cui si nasce nel mondo fisico, il nostro luogo d’origine venendo al mondo. Una Luna nuova prenatale che cade nel segno antecedente al Sole allora sta ad indicare anche un’indipendenza di cui il Sè necessita per fare esperienza nel mondo.

Chi nasce con la Luna nuova prenatale diversa dal segno solare è spesso un individuo che deve segnare un punto di volta nella storia familiare.

Viene al mondo senza riconoscersi nel suo piano d’azione e in primis proprio nel clan. Deve esperire fin dal principio la sua differenza. Deve chiedersi: che ci faccio qua?

E potete contarci che una Luna del genere verrà percepita anche nel gruppo familiare di un tale soggetto.

Ci saranno madri pronte a dire: “Ma a chi cavolo somigli tu?”
Padri che non riusciranno a comunicare.
Sorelle e fratelli pronti a giurare che il soggetto venga da un altro pianeta.

Ed è un po’ così in effetti.

Uno straniero in terra straniera

La vicinanza o lontananza dal clan è un’esperienza importante nel mondo fenomenico che abbiamo scelto di incarnare.

Riconoscersi da subito in un gruppo, condividerne le scelte, i valori, le aspirazioni risponde a un bisogno primario dell’essere umano. Significa irrobustire il proprio radicamento, accettare per intero il piano karmico che ci è dato in dotazione. Il che non cancella dissapori o incomprensioni in famiglia ovviamente, ma qui viene presa in considerazione l’appartenenza piuttosto che la qualità dei rapporti. Ci si può sentire estranei e non avere mai un reale scontro con nessuno. Il che forse è peggio. La lite è vitalità, l’isolamento e la difficoltà di comunicazione gelano e magari uccidono.

Ma c’è l’altro lato della faccenda.

Un soggetto abituato a sentirsi fuori dal coro è anche abituato a cavarsela da solo, ad esplorare il mondo con i propri mezzi e a non sentirsi confortato da nessuno nelle scelte da operare o negli interessi che scopre in se stesso.

Il Daimon da inseguire prende strade tortuose, ma ricche di esperienze, che possono rappresentare una valida palestra per raggiungere il roof-garden dell’incarnazione. Mi piace considerare così infatti  il Medio Cielo nella carta natale di un individuo, come suggerisce uno dei miei amati guru astrologici, Raymond A. Merriman. Il Medio Cielo (MC) è il mezzogiorno della carta natale, la stella in grado di illuminare a giorno il piano karmico poichè risponde alla domanda: 

“Per che cosa esisto io?”.

A questa domanda, chi ha una Luna Nuova prenatale nello stesso segno del Sole,  potrà rispondere in maniera schietta.  Sarà in grado di usare in modo certo le risorse a disposizione per raggiungere il proprio scopo karmico e chiarire a se stesso per quale scopo esiste. Chi non ha questo accordo fra Luna prenatale e Sole, invece, dovrà compiere una strada tortuosa di realizzazione personale, una strada fatta di tentativi, di mille cose in cui si dovrà mettere il naso, tante identità provate e abbandonate. Se queste persone, con la LNP nel segno antecedente, riescono a districarsi nelle paludi delle proprie crisi vocazionali, ne escono dei personaggi portentosi, e quel creep che si domandava disperato “What the hell I’m doing here”, “Cosa diavolo ci faccio qui?” è molto facile che ci trasformi in un cigno meraviglioso e in grado di contribuire fattivamente all’evoluzione collettiva.

Ci sono personaggi  che riescono a traslare da un campo all’altro dell’esistenza il proprio contributo evolvendo profondamente e facendo evolvere gruppi interi di persone. Un clan può essere rappresentato dalla famiglia, ma può essere ben rappresentato anche da una comunità, una città, una nazione.

Allora gli individui con la Luna Prenatale diversa dal Sole trascineranno, a tutti i livelli, se stessi e chi hanno attorno in lande nuove, interrompendo karma di famiglie che si trascinano uguali da secoli, coltivando vizi e virtù sempre identici che però cristallizzano l’evoluzione della stirpe.

Ed ecco il mio invito. Vogliate bene a un soggetto che nel vostro gruppo sociale presenti il segno di questa difficile eredità karmica. E’ strano, è diverso, nulla sembra adattarsi a lui/lei, nessuno lo capisce davvero, ma sta compiendo una grande fatica per permettere a nuovi contenuti di irrompere nel suo cammino e in quello di altre persone a piccoli o grandi livelli.

2 comments

  • Andrea Berto

    17/12/2018 at 23:26

    Cara Irene….trovo l’articolo illuminante.
    La ringrazio per il suo prezioso contributo, che ci permette un ulteriore esplorazione di noi stessi !!
    Andrea e Stefania

    Reply

  • Irene Zanier

    18/12/2018 at 12:07

    Carissimi Andrea e Stefania, grazie! L’articolo è opera della collega e collaboratrice Francesca Spades che apprezzerà sicuramente i complimenti. E approfitto per ringraziare per l’apprezzamento del mio lavoro di diffusione: l’obiettivo è quello di far crescere il sito con contributi diversi e di diverso grado di approfondimento, in modo da far comprendere che l’Astrologia è una materia ricca e complessa che però nello stesso momento si presta anche a fornire uno stimolo di riflessione più articolata. Un abbraccio, Irene

    Reply

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

https://www.oroscopodelmese.it/wp-content/uploads/2018/02/white_divider_bottom.png

Il progetto

https://www.oroscopodelmese.it/wp-content/uploads/2018/10/logo-pagina-oroscopo-del-mese.png

Il sito Oroscopo del Mese.it si occupa di Oroscopi e di cultura astrologica: simboli, miti, narrativa e immaginale.

E’ di proprietà di Irene Zanier,

Partita Iva 11959030013

Informativa Privacy e Cookies

Contatti

Corso Einaudi, 115 Rivoli (TO) Italia
ire_zan2

Facebook

error: Attenzione: I contenuti sono protetti e di esclusiva proprietà di Oroscopodelmese.it
WhatsApp chat