Luna PienaLuna Piena in Vergine: io e l’Universo

“E’ l’inizio che manca all’uomo. Non che sia difficile trovarlo, ma l’idea fissa di doverlo cercare è il vero ostacolo.”

Gustav Meyrink

Eccola nel massimo del suo splendore.

La Luna Piena della lunazione del Vento illuminerà il Cielo al massimo della sua luce il giorno 19 Febbraio 2019. Si tratta di una Luna incredibilmente grande, una Super Luna, data la sua vicinanza alla Terra, come accaduto per la Luna piena del 21 Gennaio scorso.

Come anticipato nell’articolo sulla Luna Nuova del 4 Febbraio, la lunazione del Vento è la dodicesima della serie e chiude la stagione invernale consegnandoci, con la prossima lunazione, alla Primavera e alle rinascite. Questo ciclo di chiusura avviene, come vedremo nell’articolo, in concomitanza di alcuni eventi astrologici che hanno il potere di farci riflettere, attraverso il linguaggio del simbolo, su cosa potremo veder fiorire nei nostri cuori con la Primavera.

I semi che abbiamo piantato e che sono stati custoditi dalla terra potranno vedere la luce tra qualche tempo, rigogliosi e dalle radici nutrite da Plutone, ma prima di allora è necessario che tutto sia pronto per accogliere le novità della stagione primaverile.

Il Vento soffia forte e lambisce la terra, portando via la polvere e ripulendo le superfici. E’ tempo di aprire gli armadi e di dare una bella ripulita e questo sia in termini metaforici, ripulendoci da pensieri pesanti ed illusioni, che in termini concreti buttando ad esempio gli abiti che non sentiamo più di voler indossare.

Il Plenilunio in Vergine: il punto di vista astrologico

Il momento esatto della Luna Piena sarà alle 16:53, ora italiana, del 19 Febbraio, con il Sole appena entrato nei Pesci e una Luna luminosa nel primo grado della Vergine. Come anticipato, questo momento fissa l’attenzione su alcuni eventi di importanza astrologica e su riflessioni, suggerite dai pianeti, su quel lavoro di completezza ed integrazione interiore iniziato il 4 Febbraio che ora può essere portato a compimento.

La Vergine, segno collegato a Mercurio, utilizza la velocità mercuriale per analizzare rapidamente e avviarsi quindi verso una discriminazione, sviluppando la capacità di distinguere quello che sono Io e quello che è l’Altro. Il “cogito” del motto cartesiano “Cogito, ergo sum” (Penso, dunque sono) può essere associato proprio a questa facoltà di analisi e di pensiero.

La distribuzione degli elementi nella carta, con una totale assenza dell’elemento Aria nel Cielo dell’evento e la preponderanza di Terra, rende il Vento della Lunazione particolarmente concreto, palpabile.

Saranno i nostri pensieri a farsi pragmatici e concreti e questo ha il suo massimo esponente planetario nelle lezioni che il buon Saturno, domiciliato nel segno del Capricorno e in sestile a Mercurio e Nettuno strettamente congiunti in Pesci, suggerisce e impartisce. Sarà Saturno, ammorbidito dalla congiunzione di Venere, a farci da guida e a dirci in che modo possiamo far fronte alle difficoltà che incontriamo nella realizzazione dei nostri progetti e sogni ad occhi aperti.

Saturno indica che la disciplina e la regola possono guidarci se solo siamo in grado di resistere alla tentazione di ribellarci in maniera infantile a quello che percepiamo come un aumento di fatica.

Sempre in riferimento all’elemento Aria che è carente nel tema del plenilunio, la respirazione, con il moto di inalazione ed esalazione attraverso il naso, è ciò che permette all’energia aerea (chiamata prana dagli indiani) di vitalizzare il corpo.

Senza aria, in sostanza, non si vive. Aria che prende vita nei nostri progetti, sogni, pensieri che hanno il potere sia di vitalizzarci che di gonfiare la nostra mente con fantasmi e illusioni. Ed è proprio attraverso il controllo della respirazione che è possibile agire sulla mente e sugli stati emotivi collegati. Proviamo a fare attenzione a cosa accade alla nostra respirazione nei momenti di ansia, stato emotivo molto noto alla Vergine: il fiato si fa corto e questo sembra inceppare i pensieri oppure li rende frenetici alla ricerca di una via d’uscita.

La soluzione si trova dall’altra parte del Cielo, nei Pesci: solo arrendendosi alla consapevolezza estesa del mare dei Pesci, alla consapevolezza cosmica, alla compassione respirando il mondo possiamo superare l’ansia e metterci al servizio, altra parola cara alla Vergine, di un ideale o di qualcosa di più elevato.

Questa Luna quindi ci ricorda che respirare è importante come lo è progettare e sognare.

Si tratta di un plenilunio che potrà essere fonte di riflessioni profonde e che produrrà i suoi effetti per un periodo un po’ più lungo del solito dato che Mercurio, pianeta che governa il segno della Vergine, proprio il 19 Febbraio entrerà nella cosiddetta zona ombra della retrogradazione. La retrogradazione vera e propria avrà inizio il 6 Marzo (ne parlerò in uno dei prossimi articoli) quando Mercurio sarà a 29° dei Pesci, ma proprio per effetto della retrogradazione tornerà indietro fino ai 16 ° Pesci per poi riprendere il moto diretto proprio lì, dove il pianeta si trova nel momento della Luna Piena. La Luna Piena fotograferà questo personaggio sul punto di entrare in un settore dell’Oroscopo in cui farà ritorno tra fine Marzo e metà Aprile.

La zona ombra della retrogradazione non è altro che questo: si tratta della parte della strada che qualsiasi pianeta diventi retrogrado (in questo caso Mercurio) percorrerà più volte a causa della retrogradazione.

Un esempio spero chiarirà il concetto: immaginate di uscire di casa, chiudere la porta, arrivare fino al cancello e ricordare improvvisamente di aver dimenticato il cellulare in salotto. Tornare indietro, riaprire la porta e cercare il cellulare è il momento della vostra retrogradazione. Uscire nuovamente, chiudere di nuovo la porta e arrivare di nuovo fino al cancello è la zona d’ombra della retrogradazione perché ci siete già passati.

Tornando al Cielo del plenilunio, l’Aria, associata al Tarocco del Matto, collega l’elemento aereo alla funzione del pensiero, importantissima in questo momento e nei giorni a cavallo del plenilunio. Il Matto, sospeso nel vuoto, ci rimanda con l’immaginazione a tutte le situazioni sospese di questo periodo e può suggerirci una domanda potente:

“Qual è la motivazione che mi muove in tal direzione?”

E momento per antonomasia di sospensione è quello del sonno e del sogno, collegato ai Pesci, in cui Morfeo, divinità greca associata ai sogni, fa da padrone. Questo astrologicamente è particolarmente forte in questo momento a causa della presenza dei pianeti in Pesci: Sole, Vesta, Nettuno e Mercurio che guardano con attenzione a quello che si concretizza dall’altra parte del Cielo dove la Luna splende.

Chirone fa il suo ingresso in Ariete

Chirone

Il 19 Febbraio avverrà anche un altro evento astrologico carico di significato in questo momento particolare: Chirone, il guaritore ferito, entrerà definitivamente nel segno dell’Ariete, primo segno dello zodiaco, e ci dà una ulteriore indicazione che anche con ferite, traumi e sofferenze, accettandole come parte del percorso umano, possiamo andare avanti e gioire della vita. Il dolore e la sofferenza sono intensi soprattutto quando siamo concentrati su noi stessi, sulle nostre brame, sul bisogno di essere unici e “superiori” agli altri. Ma che accade se ci poniamo di fronte all’Universo, immenso con le sue dinamiche e i suoi equilibri di nascita e morte? Chirone è un archetipo collegato direttamente con la capacità di accettare (non subire!) l’esistenza per quello che è e non per quello che noi vorremmo fosse (QUI trovi un bell’articolo di approfondimento su Chirone) trovando la motivazione di andare avanti anche feriti.

Anzi, Chirone insegna ancora qualcosa in più. Il guaritore ferito suggerisce che è proprio quella nostra ferita che non si ri-emargina mai che ci rende sì vulnerabili, ma anche più compassionevoli nei confronti dei nostri simili.

Chirone in Ariete ci porrà un ulteriore interrogativo:

Qual è la mia direzione vera?

Con l’ingresso di Chirone in Ariete e Mercurio nella zona ombra della retrogradazione è possibile tornare con la memoria ad eventi della propria vita in cui ci si è sentiti piccoli e senza potere di decidere in quale direzione andare. Questo, in piccola scala, è una vera e propria crisi che però può portarci a vedere le nostre ferite come un dono da utilizzare. Non ci troveremo spaesati e senza direzione dato che accanto alla consapevolezza delle ferite, Chirone ci permetterà di trovare in cosa possiamo realmente fare affidamento e dove risiede la nostra forza interiore.

Quello che conta è essere onesti con se stessi.

In conclusione

Questo potente Cielo è quindi un momento di consapevolezza al fine di colmare la distanza tra sogno e realizzazione nei progetti delle nostre vite, affrontando con occhio critico e discriminante quello che stona senza però diventare eccessivamente cinici.

Mercurio in Pesci infatti attenuerà la meticolosità virginiana e collegherà mente e cuore. Questo plenilunio è un momento in cui alcune illusioni possono cadere e cedere il passo a progetti concreti.

L’immagine dell’oracolo sabiano associato al grado della Luna Piena è:

“Le fattezze significative della testa di un uomo sono messe artisticamente in rilievo in un ritratto”.

Dane Rudhyar scrive che il segno della Vergine, condensato in questo grado, è simbolo del raccolto, ma è anche quello della disciplina sul Sentiero di crescita interiore che passa attraverso la disciplina del pensiero, la testa appunto. La coscienza, infatti, è data dall’unione di pensiero (razionalità) e intuito/cuore. E come scritto in precedenza, sarà Saturno ad indicare la strada.

Plenilunio che ha tutte le carte in regola per unire la razionalità all’emozione, l’analisi alla sintesi, il controllo all’abbandono, il calcolo all’immaginazione.

Buona Luna Piena


Sei interessata a scoprire in che modo si incastrano le Lune Nuove e le Lune Piene nel tuo tema natale? Si tratta di un tipo di transito particolare che può darti indicazioni di quali lavori interiori e riflessioni ogni lunazione ti suggerisce in maniera personalizzata.

Se vuoi saperne qualcosa di più scorri la pagina “Servizi” fino alla voce:

“In profondità: le lunazioni nel tuo tema natale”.

E se sei fan della Pagina Facebook “LunAstrologica” e mi contatti da lì fino al 3/06/2019 hai diritto ad uno sconto!

L’Oroscopo di Febbraio 2019 per il tuo segno invece lo trovi QUI. Ed è gratis.

Puoi anche scrivermi solo per sapere come avvengono i consulti, il costo oppure per sapere in che Fase lunare era la tua Luna di nascita (risponderò gratuitamente).

 

2 comments

  • Francesca

    18/02/2019 at 16:42

    Cara Irene Grazie per questo bellissimo articolo . A me piacerebbe molto sapere che fase lunare c era il giorno della mia nascita
    30/09/1978 nata a Roma alle 16:30
    Grazie
    FranceSca

    Reply

    • Irene Zanier

      18/02/2019 at 22:06

      Carissima Francesca, grazie <3

      Sei nata con la Luna nel segno della Vergine ed era in fase calante (balsamica), ovvero si stava avviando verso il novilunio successivo che sarebbe avvenuto il 2 ottobre 1978.

      Un caro saluto

      Irene

      Reply

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

https://www.oroscopodelmese.it/wp-content/uploads/2018/02/white_divider_bottom.png

Il progetto

https://www.oroscopodelmese.it/wp-content/uploads/2018/10/logo-pagina-oroscopo-del-mese.png

Il sito Oroscopo del Mese.it si occupa di Oroscopi e di cultura astrologica: simboli, miti, narrativa e immaginale.

E’ di proprietà di Irene Zanier, astrologa e Life Coach
Professione disciplinata ai sensi della L. 4/2013

Partita Iva 11959030013

Informativa Privacy e Cookies

Contatti

Corso Einaudi, 115 Rivoli (TO) Italia
ire_zan2

Facebook

error: Attenzione: I contenuti sono protetti e di esclusiva proprietà di Oroscopodelmese.it
WhatsApp chat