Luna PienaLa Luna Piena Rosso Sangue: plenilunio d’eclisse

La Luna Piena che porta a maturazione la Luna Nuova del 6 Gennaio 2019 è una Luna molto attesa attorno alla quale si muovono timori, dubbi e curiosità (Francesca ne ha parlato QUI dal punto di vista dell’Astrologia Karmica): quella dell’alba del 21 Gennaio, infatti, è una Luna che accoglierà l’ombra della Terra su di sé e si eclisserà.

Il momento della Luna Piena questo mese si perfezionerà nelle prime ore dell’alba, alle 6:17 ora italiana, accompagnata dal fenomeno astronomico dell’eclisse lunare totale che avrà il suo picco massimo alle 6:13 e potrà dirsi conclusa verso le 6:44.

L’importanza di questa eclisse è legata al fatto che a differenza di altre eclissi lunari che accadono più o meno periodicamente, questa sarà visibile anche dall’Italia e inoltre sarà una Superluna, termine inventato nel 1979 dall’astrologo Richard Nolle, per dare una immagine potente al fenomeno astronomico del luminare notturno al suo perigeo, ovvero nel punto più vicino alla Terra.

Insomma: sarà una Luna Piena vicinissima, un po’ più grande (qualcosa di impercettibile all’occhio umano: stiamo parlando di un 13%) e rossa. Inoltre con questa prima Luna Piena dell’anno si chiude anche il ciclo di eclissi solari e lunari che coinvolgono l’asse Leone-Acquario che ha avuto inizio con l’eclissi solare del 21 Agosto 2017 (e di cui avevo scritto QUI).

La situazione astrologica

 

Dal punto di vista astronomico, come ho già avuto modo di spiegare in articoli precedenti, l’eclisse di Luna avviene nel momento in cui c’è un allineamento tra Sole, Luna e Terra: la Terra, frapponendosi tra Sole e Luna, blocca la luce solare e proietta un’ombra sulla Luna che sarebbe, in caso contrario, al massimo della sua luminosità vista la fase di pienezza.

Nel momento dell’eclisse il nodo nord, chiamato Rahu nella mitologia indiana, inghiottirà in un sol boccone la Luna e darà inizio alla fase Nera.

Eclisse fa rima con Ombra ed è per questo che simbolicamente per l’astrologia umanistica ha la potenzialità di influenzare le parti in ombra della personalità, accentuando emozioni e sensazioni e, dato il collegamento tra Luna e memoria, è in grado anche di provocare l’emersione di ricordi che verranno evocati nella mente pronti per essere affrontati.

E’ il Lupo famelico dentro di noi che può vedere emergere.

Tutto ciò che nascondiamo, di cui ci vergogniamo di fronte agli altri, potrà in questo momento essere osservato in una immersione emotiva catartica.

 

Nel momento della Luna Piena il Cielo sarà fermo in una distribuzione dei pianeti che mette in primo piano l’asse che si forma tra prima e settima Casa: il concetto di identità, l’ego, la pesante immagine che proiettiamo all’esterno e che pretendiamo venga accettata dagli altri senza se e senza ma.

Ci tengo a specificare che questo non è né bene né male: l’ego, lo strumento che usiamo per muoverci nel mondo e per entrare nel contesto chiamato “quotidianità” è un problema solo nel momento in cui la struttura diventa eccessivamente rigida e non permette il cambiamento fluido e la crescita della consapevolezza e crea una divisione netta (quindi una disconnessione) con l’esterno. I pianeti in Capricorno, tra cui il nodo Sud, sono metafora di questa struttura, di questo Ego cristallizzato di fronte al quale potremo trovarci, come riflessi in uno Specchio, a partire dalla notte del 20 Gennaio.

Saturno, Plutone, Mercurio e Nodo Sud formano uno stellium, un accumulo di energie planetarie all’interno di un settore, che ha appunto il valore di risucchiare la nostra attenzione proprio lì, nelle piaghe della personalità che parlano di qualsiasi azione compiuta solo per affermare la parola IO, mostrandoci che è proprio sulle nostre strutture che possiamo lavorare in questo momento. Non con lo scopo di dare massima espansione all’Ego su presupposti di “IO sono meglio”, “IO sono il più forte”, “IO la spunterò”, bensì con lo scopo di vivere il proprio Io come strumento che può essere appunto messo al servizio dell’Altro (Sole Acquario in prima Casa) e di incontrare l’altro all’interno della Relazione (Luna Leone in settima Casa).

“Un cacciatore va a caccia, mentre uno che tende agguati può catturare di tutto, anche se stesso.”
(Carlos Castaneda)

La Luna Piena di questo mese si forma a 0°52′ del segno del Leone, in opposizione quindi al Sole in Acquario. L’immagine dell‘Oracolo sabiano è indicazione dell’intensità che questa Luna potrebbe avere sul mondo delle emozioni più corrosive:

“IL VISO DI UN UOMO ANIMATO DA UN’INTENSA AMBIZIONE INDICA UN ICTUS”

Lasciando da parte le derive ipocondriache (l’immagine non è indicazione di nessun tipo di accidente fisico per nessuno: ci stiamo muovendo in un mondo di simboli che possono essere visti come dei quadri) è evidente l’intensità delle emozioni che possono scaturire in questo punto di passaggio. Infatti il primo grado del segno del Leone è un grado instabile di passaggio dall’Acqua del Cancro, in cui si trova il nodo Nord, al Fuoco del Leone. E come ogni punto di passaggio, ogni Soglia, anche questo confine parla di qualcosa che può servire da indizio per riflessioni personali.

Photo by Alexander Andrews on Unsplash

Parte dello sforzo personale sarà quello di comprendere la differenza tra il mantenere la rotta e restare ancorati alla sicurezza e l’intestardirsi ed appassirsi su prese di posizioni basate su principi astratti e non vissuti realmente. Potremo riflettere su quello che ci tiene distanti dagli altri e sui nostri stili relazionali ed affettivi, riflettendo anche su quanto il bisogno di dimostrare il nostro valore ed onore ci tenga distanti dai bisogni degli altri. Io-Altro è uno dei temi portanti di quello che Jung chiamava “processo di individuazione”.

Sarà con la Saggezza, che ora può essere portata a un buon punto di maturazione nonostante il, timore di non farcela e di venir sopraffatti dal mondo dell’inconscio, che potremo fare i conti. La Megera, la terribile Jaga che abbiamo incontrato con la Luna Nuova del 6 Gennaio (se non sai di cosa so parlando, leggi l’articolo della Luna Nuova che precede questo plenilunio) adesso può indossare delle nuove vesti e tutto ciò ci traghetterà, se lo vogliamo, verso nuove consapevolezze:  per chi lo vorrà, è un invito a proseguire il proprio Viaggio con un nuove Immagini.

Scrivevo in un articolo precedente che:

“Il segno dell’Acquario ha una fortissima connessione con quello che Jung definiva processo di individuazione che porterà la Persona, quindi l’insieme di tutti i comportamenti che abbiamo appreso fin da piccoli per adattarci alla vita sociale, a diventare sempre più Unica e Individuale, ovvero consapevole e responsabile della propria specialità, spogliandosi gradualmente dalle aspettative e andando incontro al proprio progetto interiore. L’Acquario è un segno votato alla lealtà nel senso più alto, ovvero ai propri sentimenti, sviluppando il coraggio di interrompere, delle volte anche bruscamente, quello che non si allinea al Progetto del Sè. Ed è questo progetto interiore ad essere, nella maggior parte dei casi, vissuto nell’inconsapevolezza.”.

La Luna in Leone favorirà tutti i sentimenti di vero altruismo, confrontandosi con il proprio lato Ombra, messo in scacco dai sentimenti di generosità e apertura verso il prossimo. L’unica cosa a cui dovremo prestare attenzione sarà l’eccesso di cura verso gli altri: ognuno ha il syo Viaggio da fare e possiamo intervenire solo ci viene chiesto. Anche l’interventismo sapendo “cosa è meglio per l’altro” è arroganza. Ognuno vede le cose più nascoste di sé quando è pronto per farlo.

Da Baba Jaga a Cappuccetto Rosso

La presenza dei pianeti nel Capricorno, come già spiegato, la formazione dell’asse del plenilunio su Acquario-Leone, il colore rosso di questa Luna può condurre la parte immaginale del pensiero a trovare nella storia dei fratelli Grimm “Cappuccetto rosso” degli indizi interessanti di riflessione.

Altri prima di me hanno messo in luce il senso esoterico di questa fiaba, quindi non ripeterò qualcosa che potete leggere anche altrove, come ad esempio nello scritto di Salvatore Brizzi QUI.

Mi limiterò pungolarvi nella speranza di creare spazio per riflessioni personali proprio come a mia volta sono stata pungolata, a suo tempo, portando il linguaggio della fiaba e del simbolo a prendere posto accanto alla struttura del pensiero più razionale.

E’ abbastanza intuitivo vedere il Rosso di questa Luna nel cappuccio di Cappuccetto Rosso: la bambina incappucciata è simbolo potente del puer, dell’innocente che vive senza consapevolezza il mondo infero, quello degli istinti, di fronte alla soglia di Iniziazione, ovvero di fronte ad un nuovo Inizio. Il Rosso, colore associato al sangue, è anche quello della veste del sacrificio della parte innocente che si apre alla consapevolezza, quindi alla scoperta dei misteri a cui avrà accesso appena varcata la Soglia, e che renderà il suo mondo qualcosa di “diverso” rispetto a quello che è sempre stato.

La nonna, la Baba Jaga che ci siamo lasciati alle spalle nel novilunio e che ha continuato a lavorare nel backstage del pensiero razionale, aspetta Luna-Cappuccetto Rosso nella sua casa proprio nel cuore del Bosco, quella Selva Oscura che ha attraversato anche Biancaneve in fuga dal Cacciatore. La nonna, la Crona, Saturno nella sua vibrazione più alta, è colei che è simile a Cappuccetto in quanto sprovvista della fase del Sangue (è la donna Saggia nella fase nera della Luna, quindi senza ciclo mestruale) che s-corre e che nella donna rappresenta, esotericamente parlando, il segno visibile della possibilità di vita e concepimento. A differenza di Cappuccetto Rosso però questa nonna possiede la conoscenza data dalla sua esperienza conclusa, mentre Cappuccetto la inizierà: quella soglia che Cappuccetto Rosso si appresta a varcare, incontrando il Lupo Iniziatore nel Bosco, e che la priverà dell’innocenza inconsapevole per portarla ad una pienezza di Senso e ad una responsabilità di ciò che è.

Il Lupo, simbolo dell’ombra e della nostra parte inconscia, non è una creatura cattiva, come non è negativo questo evento astronomico: è però un momento intenso, in cui può emergere di tutto;  diventa negativo solo nel caso in cui, inebriati dall’arroganza, si voglia fare il passo più lungo della gamba e questo in qualsiasi contesto: nelle relazioni, mettendo alle strette con la manipolazione i nostri interlocutori (Plutone); o nella professione, decretando che c’è un modo giusto e uno sbagliato di lavorare (Mercurio); o anche nelle pretese verso se stessi, mostrandosi diversi da ciò che si è per opportunismo o calcolo.

L’evento iniziatico, cavalcato da coloro che appartengono ad una Tradizione ed hanno quindi in mano le istruzioni per affrontare e confrontarsi con il Lupo, rendendolo alleato, può essere di beneficio anche per chi vorrà utilizzarlo anche solo per annusare la presenza del Lupo, appena più avanti sul sentiero, e che in quanto Lupo/Rahu ha il compito cosmico di divorare e smembrare.

Come per ogni Eclisse riporto un pensiero che ho già sviluppato in un precedente articolo, restando validi gli stessi accorgimenti.

Fermo restando che ognuno deve sentirsi nella condizione di decidere quello che è meglio per sé, esercitando al massimo il proprio libero arbitrio, per me è urgente sottolineare che per la maggior parte delle tradizioni spirituali (fatta eccezione per alcune vie tantriche che però tutelano i discepoli con trasmissioni iniziatiche ed istruzioni specifiche)  il momento dell’eclisse solare corrisponde ad un abbassamento della luce e della consapevolezza e con essa è più probabile che emergano ombre, fantasmi e comportamenti istintivi, indirizzati prima di tutto alla propria sopravvivenza e che possono solo in seconda battuta avere una ricaduta a livello collettivo.

E ancora:

L’eclissi solare creerà appunto una situazione simile a quella del sonno e all’attività onirica quando il controllo dell’Io è più debole ed è più facile avere accesso a strati più profondi ed inconsci della psiche. In questo momento ognuno avrà il prioritario impegno di fronteggiare se stesso, di osservarsi nel gioco, di vedere quali lati della propria personalità prenderanno il sopravvento: lasciarsi coinvolgere in attività di gruppo, specie se quest’ultimo non è nemmeno definito in chi vi prenderà parte come accade attraverso i social, senza la supervisione di un Guru o di una guida, può essere molto rischioso e predisporre ad esperienze spiacevoli nei mesi a venire.

L’eclisse, prima di essere una esperienza collettiva, ha un impatto personale, facendo emergere ansie e paure e sarà difficile, se si è lontani dal proprio mondo emotivo, essere di qualche utilità in meccanismi ben più complessi che sono quelli del gruppo. La nostra mente occidentale ed educata, lontana com’è dal mondo cruento e delle volte dissacrante delle immagini e del simbolo, non potrebbe far altro che cercare di apportare un cambiamento all’esterno quando in realtà il vero e unico cambiamento favorevole in questo momento è quello interiore.

E concludendo:

L’eclisse può essere quindi più proficuamente utilizzata per vegliare su di sé ed osservare, nella penombra, cosa si agita nel proprio mondo interiore, favorendo la meditazione personale con l’astensione da sostanze intossicanti come il tabacco o l’alcol, e alleggerendo il corpo attraverso una alimentazione leggera.


L’Oroscopo di Gennaio 2019, anche se sta per finire,  lo trovi QUI. Ed è gratis.

Se invece sei curiosa/o di conoscere più a fondo il tuo tema natale, di ricevere una interpretazione personalizzata dell’Oroscopo per un anno contattami attraverso la pagina Contatti oppure telefonandomi. Mi fa anche piacere se lasci un commento qui oppure direttamente nella mia pagina Facebook, LunAstrologica.

Puoi anche scrivermi solo per sapere come avvengono i consulti, il loro costo oppure per sapere in che Fase lunare era la tua Luna di nascita: te lo dirò gratuitamente.

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

https://www.oroscopodelmese.it/wp-content/uploads/2018/02/white_divider_bottom.png

Il progetto

https://www.oroscopodelmese.it/wp-content/uploads/2018/10/logo-pagina-oroscopo-del-mese.png

Il sito Oroscopo del Mese.it si occupa di Oroscopi e di cultura astrologica: simboli, miti, narrativa e immaginale.

E’ di proprietà di Irene Zanier, astrologa e Life Coach
Professione disciplinata ai sensi della L. 4/2013

Partita Iva 11959030013

Informativa Privacy e Cookies

Contatti

Corso Einaudi, 115 Rivoli (TO) Italia
ire_zan2

Facebook

error: Attenzione: I contenuti sono protetti e di esclusiva proprietà di Oroscopodelmese.it
WhatsApp chat